15 April 2010

BRASILE: ILHA da GIPOIA

Giovedì 01/04/2010
Ancoriamo ad Angra dos Reis davanti al molo dei pescatori dove sbarchiamo tra mille acrobazie a causa della marea.
Facciamo le formalità di ingresso presso la Polizia e la Capitaneria dove tutti sono molto gentili. Dobbiamo ritornare il 9 aprile per rinnovare di altri tre mesi il nostro visto.
Sabato 03/04/2010
Angra è molto turistica, piena di negozi e strade affollate.
Michele compra vernice eposidica e tessuto (che troviamo solo in un cantiere) per riparare una crepa trovata nel nostro timone a vento Mustafà.
Mentre Michele lavora in barca io scendo per la spesa e per contattare tutti su skype per gli auguri di Pasqua. Che piacere sentirli e vederli dopo tanti giorni.
Domenica 04/04/2010
È Pasqua! Facciamo colazione con l`ultima focaccia del Friuli che ci ha regalato Alessandra e ben vestiti scendiamo a terra per andare a Messa.
Camminiamo per Angra e ci fermiamo su una panchina per osservare il via vai delle persone impegnate nelle spese di Pasqua.
Il nostro menù per la giornata di Pasqua prevede: linguine al ragù di capriolo, crespelle al formaggio e pollo affumicato e per finire banane ricoperte di cioccolato, scaglie di mandorle e cocco tritato. Siamo pienissimi!
Nel pomeriggio un temporale ci blocca in barca e come vuole la tradizione di ogni festività, passiamo il resto della giornata nel tentativo di digerire il ricco pranzo.
Lunedì 05 e Martedì 06/04/2010
Una forte perturbazione investe tutta la zona portando pioggia a dirotto, vento forte e temporali. A Rio de Janeiro e Niteroi questa ondata di maltempo causa più di un centinaio di morti per frane e cedimenti. Interi quartieri vengono spazzati via dal fango.
Fortunatamente ad Angra non ci sono state conseguenze e il nostro ancoraggio, non particolarmente ridossato, tiene bene senza crearci il minimo problema.
Sabrina e Alberto del Gioel passano a salutarci, fanno l`entrata e vanno ad ancorarsi a Gipoia. Domani li raggiungeremo.
Mercoledì 07/04/2010
Ci spostiamo nell'isola da Gipoia ben ridossata dal vento che continua a soffiare da S/W e ancoriamo accanto a Gioel.
L`isola è molto verde e sulle sponde ci sono bellissime ville che hanno motoscafo e barca a vela ormeggiata davanti.
In mattinata un bel sole ci viene a scaldare dopo tanta pioggia (in un momento di ottimismo faccio persino il bucato) ma nel pomeriggio il cielo si copre di nuvole e la notte un nuovo temporale ci terrà compagnia.
Giovedì 08/04/2010
Piove ininterrottamente per tutto il giorno, fa freddo e il bucato steso in barca ovunque non accenna ad asciugarsi!
Confinati in barca ci intratteniamo con libri e film.
Venerdì 09/04/2010
Andiamo ad Angra e rinnoviamo il nostro visto per altri 90 giorni. Possiamo rimanere in Brasile fino al 08 luglio.
Sabato 10/04/2010
Finalmente sole e cielo azzurro!
Raggiungiamo la spiaggia do Dentista situata nella parte opposta dell'isola di Gipoia.
La spiaggia bianca e fine è circondata da una fitta vegetazione e bagnata da un acqua delle più diverse tonalità del verde.
Non resistiamo ad un lungo bagno.
Nel frattempo arrivano Alberto e Sabrina, li raggiungiamo e passiamo la giornata con loro tra chiacchiere, birre e un delizioso pranzetto.
Domenica 11/04/2010
È una bellissima giornata di sole.
La spiaggia si riempe di persone e molte barche, per lo più a motore, arrivano per passare la giornata.
La sera ci troviamo di nuovo padroni assoluti di questo bel ancoraggio.
Lunedì 12/04/2010
Ci svegliamo e facciamo una nuotata prima di colazione in un mare caldo e trasparente.
Alberto pesca da sempre e si offre di mostrare a Michele come pescare con il fucile. Lezione numero 1: pescare
In mattinata partono per una battuta di pesca per procuraci la cena.
Tornano vittoriosi con 6 bei pesciotti e decidiamo di festeggiare con una zuppa di pesce e una grigliata.
Sabrina viene su Coelacanthe e puliamo il pesce. Lezione numero 2: pulire e squamare
La cena è ottima come la compagnia.
Domani è il compleanno di Sabina e cogliamo l'occasione per festeggiare insieme. Buon Compleanno!
Torniamo in barca dopo la mezzanotte sotto un cielo stellato. Alberto ci mostra la Croce del Sud!
Martedì 13/04/2010
Ci spostiamo a poche miglia da Gipoia e ancoriamo tra le isole de Buzios. Sono tre isolotti piccoli e coperti di vegetazione dove è vietato sbarcare.
Non c`è nessuno ad eccezione di qualche piccola imbarcazione di pescatori. La giornata è calda e soleggiata.
Montiamo a prua l`amaca che Ale e Filippo ci hanno regalato alla nostra partenza. Grazie!
È meraviglioso starsene sospesi tra cielo e mare circondati da tanta natura dolcemente cullati dalle onde.
La giornata finisce regalandoci un tramonto che dona riflessi dorati al mare e colora di rosa il cielo.
Mercoledì 14/03/2010
Appena svegli andiamo a fare snorkeling lungo la costa. Nel nostro gironzolare incontriamo tanti pesci colorati, stelle marine, 2 piccole mante e due tartarughe.
Verso le 11 Sabrina e Alberto ci vengono a trovare. Iniziamo a chiacchierare e tra una birra e un bicchiere di vino, un piatto di pasta e un aperitivo restiamo insieme fino alle 18.
Conoscere altri equipaggi è sempre un grande piacere.
Stiamo bene con loro e riusciamo a chiacchierare di tutto. Loro sono la prima barca italiana in viaggio come noi e anche se siamo persone differenti ci accomuna la particolare scelta di vita che abbiamo fatto.             
Giovedì 15/04/2010
Ancoriamo all'Isola di Sandri.
È una calda giornata e facciamo un bagno veloce perché l`acqua è torbida tanto da non vedere i nostri piedi.
Michele finisce qualche lavoretto in barca.
A fine giornata tutto si ferma e in silenzio salutiamo il sole.
Avere il tempo e la possibilità di assistere a momenti come questi ci fa sentire infinitamente fortunati e ricchi!


www.vagabondsail.com

No comments:

Post a Comment