18 June 2010

BRASILE: Sao Joao alla Casa do Sol

Venerdi 11/06/2010
Partiamo da Camamu appena fa luce e navighiamo veloci con 15 nodi di vento e sole.
Nel tardo pomeriggio arriviamo a Salvador de Bahia e al faro di Barra un gruppo di delfini viene a darci il Benvenuto!
Proviamo la piacevole sensazione di essere tornati a casa.
Al Cenab ci sono i soliti problemi di spazio ma siamo fortunati e troviamo una boa libera.
Passiamo una settimana al marina, Michele lavora sulla ruggine dei gavoni di poppa, io aggiorno il sito e pulisco la barca.
Pioggia sole, pioggia sole!
Arrivano anche Sabrina e Alberto.
Al marina conosciamo Manfred Marktel della barca MAUS un simpatico italo-austriaco che per 6 mesi all'anno naviga come solitario nei mari del Sud. Ci parla di se, dei suoi viaggi, dei libri e degli articoli che scrive. Domani purtroppo parte per l`Italia e non riusciremo a tempestarlo di domande come piace fare a noi.
Ritroviamo anche Renato un ragazzo di 19 anni conosciuto a Las Palmas che parte per Aruba. Allegro e sorridente è un piacere trovarlo e ci salutiamo chiedendoci "dove ci rincontreremo la prossima volta?".              
Venerdì 18/06/2010
Oggi siamo invitati alla Casa do Sol per la festa di Sao Joan.
È un piacere rivedire Pina che ci accoglie con il suo splendido sorriso e un caloroso abbraccio.
Benvenuti!
Passiamo la mattinata con i bambini piccoli della scuola materna e le loro educatrici nel piazzale davanti alla Chiesa. Oggi si festeggia Sao Joan.
La Casa do Sol nasce nell`ottobre 1997 grazie alla volontà e al lavoro di Padre Luis Lintner (di Aldino).
Nasce prima di tutto come un asilo per bambini di famiglie in forte difficoltà economica. Seguono poi numerosi progetti rivolti ai giovani come i corsi di Capoeira, teatro, musica, danza e i corsi di preparazione per gli esami universitari; per gli adulti i corsi di alfabetizzazione e di educazione nutrizionale.
"In Casa do Sol ogni sforzo è per contribuire alla costruzione di persone nuove, che riescano ad integrare in se stesse tutto il buono e il bello che Dio ha collocato nel loro cuore" ci spiega Pina
Oggi sono novanta i bambini che sono seguiti nella scuola materna e duecentocinquanta i ragazzi che passano qui parte della loro giornata, studiando e imparando attraverso il linguaggio artistico a pensare, osservare e convivere come fratelli.
Ci buttiamo nella mischia ed è subito festa.
Balli, canzoni, giochi e tanti tanti sorrisi.
Arriva il momento del trenino e tutti insieme cantano le canzoni imparate a Casa do Sol.
A mezzogiorno i bambini rientrano a casa e noi siamo ospiti dalla Pina e Filò che ci ha preparato un ottimo pranzetto e ci insegna come preparare lo yogurt in casa.
Ci raggiunge Tatà e siamo contenti di riabbracciarlo e fare due chiacchere con lui.Presto partirà per l`Europa.
Nel pomeriggio siamo di nuovo alla Casa do Sol per la festa di Sao Joan con i ragazzi più grandi.
Una breve rappresentazione del gruppo di teatro e si riparte con musica, canti e balli.
Concludiamo la giornata con una super merenda con i dolci e torte preparata dai ragazzi...Deliziosi!
Lasciamo la Casa do Sol con la gioia nel cuore dopo aver condiviso i sorrisi di questi bambini.
"Il prossimo è il luogo di Dio...nei riguardi del nostro prossimo noi dobbiamo occuparci innanzitutto di coloro che, in qualsiasi modo, sono diventati poveri". Padre Louis.


www.vagabondsail.com

No comments:

Post a Comment