13 November 2017

GIBILTERRA-CANARIE: Vento Forza 8, l’Oceano ci da il benvenuto!

8/11/2017 Partenza da Gibilterra (0/715Mn).
Alle prime luci del giorno salpiamo dalla Linea e salutiamo la Rocca di Gibilterra, ”Ciao Macachi!” dice Reva agitando la mano. Fa un freddo pazzesco, abbiamo addosso giacca, cappello, calze e scarpe mentre il ponte è completamente bagnato. Facciamo uno slalom a vela tra le navi ancorate nella baia poi imbocchiamo lo stretto di Gibilterra con il vento in poppa e corrente uscente. Il sole riesce finalmente ad avere la meglio sulle nuvole e con i suoi raggi tiepidi arriva a scaldarci in pozzetto. La visibilità è ottima quindi teniamo sotto controllo il traffico di navi a babordo e nello stesso tempo possiamo osservare il paesaggio a tribordo. La costa spagnola si presenta verde e piena di alberi nella prima parte poi sempre più brulla e piena di eolici in perenne movimento. Raggiungiamo Tarifa, superiamo la Isla de las Palomas e vediamo l’acqua come ribollire dove si incontrano i due mari. Salutiamo il Mediterraneo e respiriamo a pieni polmoni il profumo dell’Oceano!
Siamo contenti di tornare a navigare in Atlantico, contenti di ripercorrere la strada fatta nel 2009, contenti di poter rivivere le emozioni di ieri e assaporare quelle di oggi.
Il sole è alto nel cielo, l’orizzonte è una linea netta tra il blu del mare e il l’azzurro del cielo. Uno spettacolo. Facciamo rotta verso Sud-Ovest , procediamo a 6Kt con genoa tangonato mentre soffia un Est 10-15kt .
Reva è contenta di partire e di raggiungere isole dove fa più caldo. Alla Linea si è divertita molto e spera di trovare ancora tanti parchi giochi e bambini per giocare. Si mette subito a sfogliare i suoi libri e colorare. Stiamo tutti bene, prendiamo subito il ritmo della navigazione facilitati sicuramente da questa andatura confortevole. Nel pomeriggio togliamo il tangone e facciamo rotta ancora più a sud. Notte tranquilla sotto una luna luminosa.   
9/11/2017 34°42.03N 08°02.83W (164/715Mn).
164Mn percorse. Il vento è sempre in poppa, avanziamo velocemente mentre un onda lunga ci raggiunge. Bella giornata di sole senza una nuvola in cielo. Reva si è data una missione: colorare un disegno stampato di 1,5m. Tutta presa dal suo compito passa le ore con i pennarelli in mano cambiando solo ogni tanto location e posizione. Noi vigiliamo sulla navigazione e ci riposiamo. Come previsto rinforza il vento e il mare. 


10/11/2017 32°36.51N 10°28.96W (341/715Mn).
Intorno alle 5 del mattino un forte rumore proveniente da poppa mi sveglia, avviso Michele e siamo subito in coperta. Tutto è in ordine e funzionante rimaniamo pero seduti in pozzetto qualche minuto. Il buio ci avvolge, il mare grosso spumeggia mentre il vento sta rinforzando sempre di più. Come atteso avremo 24h di vento fino a 30kt quindi sappiamo che ci aspetta una giornata impegnativa. Mettiamo solo la trinchetta, leghiamo la randa al boma in modo che sia ben protetta e la blocchiamo bene. Il vento rinforza molto di più di quanto atteso e noi riduciamo di conseguenza la trinchetta.
La giornata è splendida con un sole brillante e un cielo senza nuvole. La barca naviga bene con la poca vela aperta, è stabile e surfa sulle onde. Michele sorveglia la navigazione mentre io e Reva siamo perse tra libri, giochi e carte. Abbiamo creato un angolo confortevole in dinette e trascorriamo qui tutta la nostra giornata. Reva sta benissimo mentre io e Michele siamo infastiditi. Abbiamo perso l’appetito, economizziamo le energie e appena possibile facciamo a turni dei pisolini. Fuori il vento rinforza, raggiungiamo i 35kt reali e poi i 40kt. Siamo tranquilli perché la barca è stabile, naviga bene in un mare con onde importanti. Dobbiamo solo aspettare.
Quando arriva il buio Reva riposa come sempre nella sua cabina, io e Michele invece ci mettiamo in dinette pronti a saltar fuori per qualsiasi motivo. La notte invece passa tranquilla, la barca surfa stabile, il vento fischia tra le sartie e il mare spumeggia tutto intorno. Grazie Vagabond sei proprio una vera barca oceanica!
11/11/2017 31°17.02N 12°49.22W (493/715Mn).
493 Mn percorse. Ci svegliamo con 20kt di vento che ci sembrano una brezza rispetto alle ultime 24h. Anche il mare si è calmato pur rimanendo molto mosso mentre il sole illumina questa bella giornata. Aumentiamo la trinchetta, poi passiamo al genova e infine rimettiamo la randa.
Nel pomeriggio ci ritroviamo a bolinare con 9kt di vento che ci abbandona definitivamente al tramonto. Rimaniamo per 3 ore in una zona senza vento poi in serata riprendiamo la navigazione in poppa di 15kt, con un mare e andatura molto confortevoli.
Un piccolo uccellino è a bordo con noi da ieri. Questo pomeriggio entra e fa il giro delle cabine per la gioia di Reva che lo segue ovunque. Proviamo a dargli cibo ed acqua ma sembra aver bisogno solo di riposo. Ci vola accanto, cinguetta e si lascia quasi toccare. Lo lasciamo riposare poi uscirà dalla barca e volerà via. 
12/11/2017 29°15.63N 14°30.80W (643/715Mn).
Al nostro risveglio siamo a 72Mn da Gran Canaria. Il morale è altissimo in questa calda giornata con mare calmo, sole e uccelli che volano intorno a Vagabond. Lanzarote e Fuerteventura sono al nostro fianco mentre veleggiamo a 7kt fino a mezzogiorno. Siamo a 44Mn  di distanza quando il vento cala permettendoci comunque di avanzare a vela. Più tardi in pozzetto mentre facciamo una merenda ci sorprende lo spruzzo gigante di una balena a un paio di miglia dalla barca. Restiamo ore con gli occhi incollati sul mare ma la nostra amica non si farà vedere con nostro immenso dispiacere.
Alle 22 buttiamo l’ancora nell’ancoraggio di Las Palmas, Reva dorme profondamente, io e Michele ci sediamo in pozzetto in silenzio avvolti dalle luci, dai rumori e dagli odori della città. Vicino a terra non si riesce più a sentire il profumo dell’Oceano! Andiamo a dormire le nostre meritate ore di sonno.


No comments:

Post a Comment