9 October 2019

ITALIA: SARDEGNA Cagliari e Poetto

Domenica 6 Ottobre sbarchiamo a remi e lasciamo il dinghy nel Marina piccolo di Poetto. Poco lontano si trova la fermata del bus che portano in città ogni 15 minuti circa(Linea PF o PQ, 1,30€ per gli adulti). Scarpe comode e zaino in spalla siamo pronti ad esplorare Cagliari.
La città si sviluppa intorno al colle dello storico quartiere di Castello, in cui avevano le loro residenze i nobili, le massime autorità civili, militari e religiose. Raggiungiamo a piedi il bastione di Saint Remy, una delle fortificazioni più importanti di Cagliari, trasformata, alla fine del XIX secolo in una scalinata sormontata dall'arco di Trionfo, che dà accesso ad una passeggiata coperta ed alla grande terrazza panoramica Umberto I. L'edificio è realizzato in stile neoclassico, con colonne corinzie, realizzate con Pietra Forte, un calcare bianco e giallo presente in abbondanza nel territorio. Giriamo la terrazza in ogni suo angolo intenti ad ammirare la vista sulla città e sul golfo intero. L’altezza è notevole e il parapetto basso è stato rinforzato con pannelli trasparenti.
Da una scalinata ci addentriamo nel cuore fortificato del centro storico e arriviamo fino alla Cattedrale di Santa Maria Assunta situata nel quartiere medioevale del Castello. Originariamente in stile romanico pisano, ha subito vari rifacimenti nel corso dei secoli. La cattedrale sorge sulla vasta piazza Palazzo, dove si affacciano anche il Palazzo Reale, che oggi ospita uffici della Prefettura e della Città metropolitana di Cagliari e il vecchio palazzo comunale.
Passeggiamo tra le vie del quartiere dove è netto il contrasto tra zone lasciate all’incuria e all’abbandono, e altre in cui sono evidenti gli interventi di recupero, restauro e abbellimento degli antichi palazzi, delle chiese, delle vie e delle piazze. Raggiungiamo la Torre San Pancrazio davanti al Museo Archeologico poco lontano dal famoso Anfiteatro romano realizzato durante l'età imperiale che poteva contenere fino a 10.000 spettatori e ospitava lotte gladiatorie e spettacoli teatrali.
Sulla strada del ritorno siamo catturati dal profumo inebriante di un forno dove troviamo deliziose focacce, pizzette e pane appena sfornato che gustiamo sulla panchina di piazza  Carlo Alberto.
Nel pomeriggio torniamo alla terrazza panoramica Umberto I che tanto ci è piaciuta dove ci fermiamo su una panchina ad osservare la vita che scorre intorno a noi. Scendendo poi dal bastione di Saint Remy arriviamo alle vie pedonali della città dove ci lasciamo portare dalla curiosità approfittando anche per comprare qualche dolce tipico e prodotti locali. Stanchi di girare torniamo nella zona del Marina di Cagliari dove, per la gioia di Reva, prendiamo nuovamente il bus per Poetto.


I giorni seguenti li passiamo a Poetto importante località turistica di Cagliari, dove si trovano molte case di villeggiatura, strutture per ogni tipo di sport nautico, stazioni balneari e numerosi locali per la vita notturna. Accanto al nostro ancoraggio si trova la marina Piccola, proprio sotto alla Sella del Diavolo, da dove parte la meravigliosa spiaggia di Cagliari che si estende per circa quattro chilometri fino a Quartu Sant’Elena. Il tempo è bello quindi ne approfittiamo per fare lunghe passeggiate e tanto monopattino per Reva nella lunga pista ciclabile e pedonale che fiancheggia tutto il litorale. Nelle ore più fresche della giornata tante sono le persone e di tutte le età che si ritrovano nel lungomare per fare un po' di sport: Jogging, bicicletta, roller, monopattino, skate o semplicemente passeggiando.
Proprio a Poetto assistiamo al Sardinia Kiteboard grand slam (2-6 ottobre 2019) tappa italiana del kite foil world championship. Per 5 giorni il mare si riempie di vele colorate che sfrecciano a destra e sinistra. Per il gran finale ci metteremo in spiaggia in modo da riuscire a vedere la prestazione del 1° classificato il francese Axel Mazella e lo spettacolare Nico  Parlier campione del 2017.
Musica, vele colorate nel cielo blu ed acrobazie a pazze velocità ci terranno con il fiato sospeso.
I giorni successivi approfittando della temperatura ancora estiva facciamo vita da spiaggia e compriamo con i saldi un bellissimo ed enorme telo da mare in cotone con splendidi disegni turchesi (5€!). Reva è felicissima e fa bagni a ripetizione. Appena possibile camminiamo sul lungomare per tenerci in movimento e approfittare di questa gradita pausa. Facciamo anche il pieno di sapori locali al supermercato e una bella scorta da portare via con noi.
La sera a bordo mentre contempliamo il tramonto gli appassionati di windsurf e Kite passano accanto allo scafo di Dumas e Reva li saluta con entusiasmo.
Il 9 ottobre facciamo rotta verso Ovest per andare ad esplorare nuovi ancoraggi di questa isola meravigliosa.


No comments:

Post a comment