12 April 2016

SAINT LUCIA

Lasciamo la Guagaloupe per fare ritorno in Martinica. Siamo solo di passaggio infatti partiamo da Sainte Anne in una bella giornata di sole in direzzione di Saint Lucia. Percorriamo velocemente le 20 mn che ci separano grazie al vento sostenuto che sempre troviamo nel canale che separa le due isole. Proviamo anche a pescare ma riusciamo solo a recuperare dei ciuffi di sargassi. Nel primo pomeriggio siamo ancorati a RODNEY BAY (14°05.29N 60°57.63W). La baia é grande e le tante barche presenti si disperdono senza problemi. L'isola di Pigeon che é parco nazionale si estende all'estrema destra della baia con un forte e la lunga striscia di sabbia che la collega alla terra ferma. Attraverso uno stretto canale si accede alla baia interna del Marina con i pontili e tutti i servizi per la nautica. Sbarchiamo per fare le formalità di entrata tutte raggruppate vicino al pontiletto dei dinghy. Andiamo prima a fare la sanità, poi dogana e immigrazione. Visto che é un giorno festivo ci chiedono un sovrappezzo sulle pratiche di 32 € circa. Li si trova anche lo yacht Club da cui parte una zona commerciale dedicata allo shopping che si estende fino alla spiaggia di Reduit Bay.  Scendiamo a terra per fare un giro nel villaggio dei pescatori pieno di casette colorate e locali molto originali. Ci fermiamo a giocare con Reva in un simpatico parco per bambini tutto costruito in legno dai locali. Dormiamo nella baia all'ancora con un ottimo fondo.
La mattina dopo salpiamo per MARIGOT BAY (13°58.05N 61°01;75W) che dista circa 8 mn. La giornata non é delle migliori il tempo é variabile e continuano passaggi nuvolosi. Questa baia é molto stretta e si sviluppa verso l'interno. Una bella spiaggietta coperta di palme si trova proprio a metà. Sui due lati della baia molte ville sono costruite nella sommità con una vista spettacolare sul mare. L'acqua é trasparente e possiamo vedere molti pesci tropicali facendo snorkeling lungo la roccia. Al tramonto con un sole perfettamente tondo che si specchia nel mare facciamo un aperitivo per salutare questa bella giornata.
Leviamo l'ancora per raggiungere la vicina ANSE LA RAYE (13°56.41N 61°02.74W) dove ancoriamo vicino alla riva. Dopo un acrobatico sbarco sul pontone facciamo un giro nel grande mercato che tutti i giorni si riempie di turisti che arrivano via terra dalle località turistiche vicine. Siamo delusi però da questo mercato piuttosto artificiale. L'ancoraggio non tiene molto bene quindi riprendiamo la navigazione.
Facciamo rotta verso Sud e raggiungiamo la grande SOUFRIERE BAY (13°51.07N 61°03.74W). Qui é vietato ancorare e prendiamo una delle boe messe a disposizione dei ranger che curano il parco marino (18€ al giorno). Sarebbe comunque impossibile ancorare perché le profondità sono elevate anche sottocosta. L'acqua é trasparente e facciamo snorkeling tra pesci colorati, barracuda e tartarughe. Accanto si trovano i due Pitoni verdi e suggestivi che dominano la baia. La notte l'ancoraggio é davvero scomodo per via dell'onda che entra nella baia quindi il giorno dopo riprendiamo volentieri la strada verso Nord.
Navighiamo velocemente lungo la costa e passiamo davanti alla capitale CASTRIES che si affaccia sul mare all'interno di una baia ben protetta. Nelle prime ore del pomeriggio siamo di nuovo ancorati a RODNEY BAY (14°05.19N 60°57.65W) dove possiamo sbrigare le pratiche di uscita dal paese. Approfittiamo per fare un ultima passeggiata sulle belle spiagge di quest'isola che salutiamo al tramonto con un buon aperitivo. La mattina presto leviamo l'ancora per fare rotta sulla Martinica.




No comments:

Post a Comment