23 June 2016

MEDITERRANEO: SPAGNA - GRECIA Sardegna - Corfù

Sardegna - Corfù: sotto un cielo stellato
Il 15 giugno alle 12:30 ripartiamo per la Grecia Ionica a 591 Mn di distanza. Un bel vento da SE ci obbliga a bolinare per una mezza giornata poi durante la notte gira come ci aspettavamo e proseguiamo prima al traverso poi al gran lasco. Nei giorni successivi avanziamo con una media di 120 Mn al giorno, il vento non é molto ma sufficiente per procedere a vela. Il vento non é stabile, cala e riprende in continuazione. Le notti sono tranquille ma il traffico delle navi é meno ordinato e dobbiamo costantemente tenerlo sottocontrollo.
Il 17 navighiamo a nord della Sicilia e davanti a Palermo incontriamo navi, numerosi pescherecci, barche a vela e la radio in italiano ci fa compagnia. La notte passiamo a sud delle isole Eolie con una meravigliosa luna che fa scintillare il mare. Uno spettacolo! Nelle prime ore del mattino entriamo nello stretto di Messina e lo percorriamo tranquilli senza troppo traffico. Abbiamo quindi il tempo di ammirare il paesaggio, osservare le città costruite sulle due sponde che si guardano. Dopo Reggio Calabria il vento ci viene in aiuto e veleggiamo fino alla punta dello stivale. La navigazione é decisamente sottocosta ci lascia la possibilità di osservare tutto il litorale con le sue terre brulle e aspre alle sue spalle. Poco prima del capo Spartivento il vento ci abbandona e riprendiamo a motore. Mancano 179 Mn a destinazione. Il cielo si copre di nuvole e il tempo cambia portando acqua e vento forte. Riduciamo le vele al massimo mentre avanziamo di bolina sotto 30kn di vento. Il mare é incrociato e le navi ci passano davanti e dietro mentre fanno rotta verso nord e sud. Un finale piuttosto impegnativo insomma. con grande gioia avvistiamo la costa di corfù alla fine della giornata. Il vento é calato e superata la punta più a sud dell'isola ci troviamo con mare piatto e senza vento. Procediamo a motore tutta la notte per arrivare con le prime ore di luce davanti alla città di Corfù. buttiamo l'ancora sotto le mura della bella e imponente fortezza affacciata sul mare...sentiamo già profumo di storia!Non vediamo l'ora di cominciare ad esplorare queste nuove terre.



15 June 2016

MEDITERRANEO: SPAGNA - GRECIA

Almerimar-Sardegna "é bello anche qui!"
Il 10 giugno alle 10:30 usciamo dal porto di Almerimar e facciamo rotta verso Est. La fitta nebbia che ci aveva dato il buongiorno si é alzata lasciando il posto ad una bella giornata senza nuvole. Procediamo a motore su un mare calmissimo e incrociamo qualche piccolo peschereccio. Come previsto il vento ci raggiunge da Ovest e procediamo velocemente al gran lasco. Vagabond corre veloce e noi ci rilassiamo in pozzetto. Siamo davvero contenti di riprendere il mare. Nella prima giornata di navigazione percorriamo 159 Mn poi il vento diminuisce, diminuisce ancora e ancora fino ad azzerarsi completamente. Ci troviamo in un lago! I giorni successivi sono un alternarsi di vela, motore, motore, vela e ancora motore. Il traffico delle navi rimane più a sud quindi siamo tranquilli anche nei turni di notte. Sapevamo che avremmo trovato poco vento ma non potevamo rimandare la partenza quindi siamo partiti. Certo non ce ne aspettavamo cosi poco! Ne approfittiamo per riposarci dopo la fatica delle ultime due settimane. Dopo tante ore di motore si impone uno scalo tecnico per un rifornimento gasolio e optiamo per il sud della Sardegna. Il 14 giugno dalla mattinata veleggiamo piacevolmente in direzione di Sant Antioco. Raggiungiamo la costa poco prima del tramonto e uno stormo di fenicotteri ci dà il benvenuto scagliandosi davanti al sole. Perfetto! Stiamo in silenzio a contemplare il paesaggio tinto di arancione quando un delizioso profumo di terra, di mirto, di verde ci riempe le narici e il cuore. È un momento pieno di emozione. Niente come un profumo é capace di scatenare una valanga di ricordi e di emozioni. Reva guarda la costa e dice "bellooo" poi si gira, gurda dalla parte opposta e dice "bello anche qui!"....scoppiamo a ridere per la sua freschezza e non possiamo che essere daccordo con lei. È proprio bello qui!
Ancoriamo a golfo palma su 4m di acqua in una serata tranquilla, senza vento ne mare. Abbiamo percorso 556 Mn, siamo praticamente a metà strada. Ci abbandoniamo ad una bella notte di riposo.
La mattina del 15 facciamo rifornimento e ripartiamo subito visto che il vento da Sud annunciato é arrivato prima del previsto. Rotta verso la Grecia!



10 June 2016

SPAGNA: ALMERIMAR e "l'Itagnolo"

Il 24 maggio partiamo dalla Linea alle 13 per fare rotta su Almerimar dove abbiamo previsto di mettere la barca a terra. 
Percorriamo le 133Mn che ci separano dalla nostra destinazione a vela rapidamente soprattutto all'inizio e durante la notte. Una navigazione con continui cambi di vento in direzione ed intensità e con numerose manovre. Tantissimi i delfini che ci raggiungono per giocare a prua mentre vediamo sulla nostra destra un numero infinito di navi sfilare su e giù come in un autostrada. A fine mattinata entriamo nel porto di Almerimar e subito Vagabond viene messa a terra. Reva che adora le gru rimane affascinata dal travelift che avvolge Vagabond e la solleva in cielo.
Ora la nostra casa é appoggiata a tanti cavalletti di legno, intorno non c'é più l'acqua e per salire dobbiamo arrampicarci su una scaletta. 
Ha inizio il cantiere con la sua infinita danza di monta, smonta, pulisci, sposta, compra, ripara, cambia, pittura, trapana, scopa, lava, vernicia, cerca, trova, svernicia, sega, gratta, sali e scendi da quella maledetta scaletta. Fortunatamente abbiamo delle belle giornate senza vento o pioggia che ci permettono di lavorare senza interruzzioni. 
Almerimar é un grande porto che può ospitare fino a 1100 barche con intorno un piccolo villaggio. Le abitazioni sono bianche candide o color sabbia in stile arabeggiante e numerosi  sono i negozi, ristoranti, bar e parchi giochi ad ogni angolo. Intorno il nulla! Distese di terre  e serre per la coltivazione di verdura. La vita qui non costa molto e la qualità della verdura e frutta é ottima. Ritroviamo deliziosi sapori Mediterranei che ci scaldano il cuore: olio, formaggi, salami, pomodorini e olive. Poco lontano dal cantiere abbiamo una grande e frequentata spiaggia con una lunga passeggiata. Appena possibbile portiamo Reva al parco per giocare e incontrare altri bimbi. Il posto é molto tranquillo, le persone sono sorridenti, accoglienti e disponibili anche davanti al nostro tremendo "itagnolo". I bambini al parco poi non si fanno grandi problemi ci fanno lunghi discorsi che comprendiamo ma a cui possiamo rispondere con monosillabi e tanti tanti tanti sorrisi!
La cosa più bella del cantiere oltre alla connessione internet no-stop é sicuramente la doccia bollente a fine giornata senza limiti di acqua disponibile. 
I lavori previsti e non previsti vengono conclusi e festeggiamo con un delizioso cornetto questo bel momento. Finalmente vanerdi 10 giugno dopo 16 giorni di cantiere Vagabond ritorna in mare...quanto é bello essere in acqua! Dopo un pieno di gasolio partiamo facendo rotta sulla Grecia.